La prossemica televisiva per le terapie on line

Chi propone il video come setting ha necessità di essere consapevole che esiste anche una comunicazione inconsapevole poiché il video è un fattore limitante della comunicazione e viene impiegato come miglior surrogato della presenza reale.

di Stefano Paolillo

Clinica online. Riflessioni sul setting e sulla clinica. È terapia?

L'articolo vuole essere una riflessione sui cambiamenti clinici e di setting che ci troviamo a registrare nel passaggio alla modalità di smart-working psicologico. Valutare i punti di forza e di criticità degli strumenti telematici. Come utilizzarli? Sono adatti a tutti? Quali situazioni cliniche sono da evitare?

di Giovanni Pendenza

Operare con il Counseling e con la Psicoterapia online nel nuovo millennio

Molti professionisti, a livello internazionale, operano online attraverso sedute di counseling psicologico e di psicoterapia. I vantaggi e svantaggi dell'uso di Skype e di FaceTime nei paesi anglofoni.

di Giorgia Lauro

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute mentale o psicoterapeutica, o per la partecipazione a un progetto di ricerca o ad uno studio clinico.

Le regole fondamentali per psicologi che fanno video

La professione di psicologo oggi ha, inevitabilmente, anche una proiezione nel marketing sanitario e professionale. I video sono parte fondamentale di questo settore e avere informazioni di base è importantissimo per evitare brutte figure.

di Stefano Paolillo

Quello che emerge nell’emergenza. Il sostegno psicologico al tempo del Coronavirus

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implicazioni e sulle misure deontologiche, tecnico-professionali e giuridiche.

di Catello Parmentola e Elena Leardini

Cerca

Seguici sui Social